apple raggruppa servizi digitali

Un gran numero di servizi Apple ad un canone mensile unico.

Visto il successo nelle vendite degli smartphones, Apple è sempre più alla ricerca di servizi in abbonamento come Apple News + e Apple TV + per aumentare la crescita. Si dice da tempo che la società potrebbe raggruppare insieme i vari servizi a pagamento per aumentare le cifre degli abbonati, un nuovo rapporto di Bloomberg afferma che ciò potrebbe accadere già dal prossimo anno.

Questo non è inaspettato. Bloomberg cita “persone che hanno familiarità con la questione” per la sua previsione e nota che gli ultimi accordi di Apple con gli editori di News + consentono l’inclusione di pacchetti futuri. I rapporti di ottobre affermano che Apple ha contattato le etichette musicali per sondarle su pacchetti simili per Apple Music, anche se secondo quanto riferito i colloqui sono ancora ad una fase iniziale.

Apple ora ha quattro abbonamenti multimediali principali: Apple News +, Apple TV +, Apple Music e Apple Arcade. E la sua più grande preoccupazione per questi servizi sembra certamente essere la crescita, non il profitto. Ha introdotto una serie di iniziative per tentare gli utenti a provare questi abbonamenti, tra cui l’offerta di un anno di Apple TV + gratuita con acquisti di nuovi dispositivi e il raggruppamento di TV + con Apple Music per gli studenti.

Amazon Prime ha dimostrato che raggruppare pacchetti tecnologici può essere una mossa di successo.

Il confezionamento di questi servizi insieme ha senso per Apple, soprattutto considerando il successo che Amazon ha avuto con il suo “super pacchetto”, Amazon Prime. Blocca i clienti nell’ecosistema di dispositivi di Apple, crea un flusso di entrate regolare e offre molte opportunità di crescita, ad esempio con nuovi livelli di abbonamento che offrono diversi livelli di benefici.

Un pacchetto Apple potrebbe iniziare con notizie, TV e musica, ma Apple potrebbe anche inserire dati iCloud e forse anche un contratto con carta di credito supportato dalla Apple Card. Inferno, data l’esistenza del Programma di aggiornamento dell’iPhone, che addebita ai clienti una tariffa mensile per aggiornare il proprio telefono ogni anno, un futuro super-pacchetto-plus di Apple potrebbe persino includere hardware alla spina.

Al CEO di Apple, Tim Cook, è stato chiesto di questa possibilità in una recente telefonata sugli utili e non lo ha escluso. Ha detto:

“Ci sono clienti oggi che essenzialmente vedono l’hardware come un abbonamento, perché già aderiscono a piani di aggiornamento e così via. La mia prospettiva è che in futuro cresceremo a numeri più grandi e che la crescita sarà sproporzionata. ”

Questa è tutta una speculazione per ora. Ad ogni modo dovremo aspettare il 2020 per vedere se il raggruppamento di Apple inizierà a prendere forma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*Campi obbligatori